Progetti

Un nuovo progetto di UPA

PARLIAMO DI AMBIENTE

Una conferenza sul tema, prossimamente ad Anzio.

Il momento è quello giusto, la sensibilizzazione sui rischi seri e documentati, che corre l’ambiente e chi lo popola, comincia a diventare materia familiare e quindi, nel piccolo della realtà in cui operiamo, riteniamo che sia giusto continuare a fare la nostra parte. E’ stato il mantra negli incontri con i tanti bagnanti piccoli e grandi sulle spiagge di Anzio con i quali i docenti di Planet 2084 ed il team di Uniti Per l’Ambiente che hanno dato vita ad FAREMARE 2019: ognuno deve fare quello che può perchè la salvezza è fatta anche di piccoli gesti quotidiani. Uniti Per l’Ambiente è ormai una realtà dalla quale la difesa del nostro territorio non può prescindere. Al suo impegno sul campo contro il degrado e la violenza ambientale si va sempre piu potenziando il settore che si occupa della divulgazione. Senza conoscenza non c’è partecipazione  e senza partecipazione non c’è libertà. Il Comune di Anzio, pur nel caos di una gestione della raccolta dei rifiuti inaccettabile, ha dato segno di voler far parte della truppa dei virtuosi che combattono l’uso della plastica monouso. Ad Anzio vogliamo alzare lo soglia dell’attenzione e vogliamo farlo con chi sia capace di dare la forza della certezza ai dubbi che gli sprazzi di notizie ci portano ogni giorno. Una Conferenza sull’ambiente ci sembra lo strumento adatto per aprire un dibattito che arrivi nel cuore delle istituzioni ed in quello dei cittadini. Non sono ancora noti i dettagli operativi di questa iniziativa che, come avviene in tutte le attività svolte da Uniti Per l’Ambiente, si formano con il concorso di tanti. Le argomentazioni saranno a largo respiro e non verteranno su un argomento esclusivo. Si parlerà di riscaldamento globale  ma anche di smaltimento dei rifiuti e di difesa del verde. Certo che sono facce diverse di un unico problema ma sono anche modi diversi e di differente difficoltà. Si è scatenata una reazione contro quello che viene definito “allarmismo ingiustificato” ed era prevedibile. Un certo sviluppo ed un certo globalismo sono fonti di ricchezza per alcuni che, non intendono, rinunciare ai privilegi ed alla ricchezza che deriva dal loro modo di produrre e non mi riferisco solo ad entità private ma anche a Governi. 500 scienziati scrivono al Segretario Generale dell’ONU per dirgli che è in atto una campagna di disinformazione, una specie di terrorismo climatico del tutto ingiustificato perchè questo tipo di variazioni sono naturali ed avvengono a prescindere della presenza di anidride carbonica. Cercheremo di affrontare questa problematica magari mettendo a confronto le due tesi. E poi cercheremo anche di trovare chi sarà capace di dimostrare che produrre plastica inutile fa bene all’umanità e magari chi ci viene a raccontare che vivere con montagne di rifiuti sulla soglia di casa è un toccasana per le vie respiratorie. Insomma vogliamo dare vita ad un confronto genuino fa persone libere di dire quello in cui credono o di cui la propria conoscenza le ha convinte.  Apriamo pertanto alla collaborazione delle istituzioni locali e di coloro che si sentono di dover difendere la natura in cui vivono.  Prenderemo contatto con  enti e con associazioni alla ricerca di chi vorrà condividere con Uniti Per l’Ambiente il lavoro e l’onere organizzativo di un evento che si vuole abbia la risonanza che meritano gli argomenti che tratta. Contiamo nella competenza delle componenti di Uniti Per l’Ambiente, prima fra tutte Planet 2084, per dare sostanza al progetto. Daremo notizie sulla stampa locale sperando di trovare risorse e strumenti per fare un lavoro che serva alla gente.

Sergio Franchi

***********************

COSA STA FACENDO  U. P. A.

    • Conduce la battaglia col l’ausilio di tecnici e legali contro la biogas della Spadellata.
    • Partecipa a conferenze e dibattiti presso la Regione Lazio e la  Città Metropolitana per ostacolare la realizzazione di altre centrali e depositi del genere nella zona ed in difesa dei diritti dei cittadini.
    • Ha attivato l’Osservatorio di UPA per dare voce alla piccole e non meno gravi violenze del territorio segnalate dai cittadini.
    • Sta trattando con il Comune di Anzio per la realizzazione  di un progetto  di collaborazione denominato CLEAN, per la difesa del territorio e contro il degrado su cui  ha già avuto la disponibilità del Sindaco e dell’Assessore all’Ambiente.
  • Ha attivato  UPA-ALERT. un progetto per la sicurezza del territorio
  • Ha creato e attivato tre aree di azione: UPA MARE (per la tutela del mare e delle spiagge), UPA VERDE (per la tutela delle aree verdi) e UPA SCUOLA (per incentivare l’educazione all’ ambiente presso alunni ed insegnanti);
  • Organizza dibattiti con i cittadini e divulgazione con punti di informazione nelle piazze.
  • Mantiene canali di informazione con  centinaia di persone attraverso i media tradizionali la rete ed i social.
  • Ha in programma la proposta di apertura di un parco per le famiglie.
  • Sta organizzando le attività in difesa delle spiagge,  del mare , del verde, e sta lavorando su un progetto per risolvere il problema dei rifiuti.
  • E’ APERTO a tutte le collaborazioni apartitiche ed in favore dell’ambiente.

ADERISCI AD UNITI PER L’AMBIENTE O AD UN SUO PROGETTO

                            SITO: http://www.unitiperlambiente.it/

                                  E-MAIL   unitiperlambiente1@gmail.com

                             FB: https://it-it.facebook.com/unitixlambiente/

                                 INFO: Tel  3882499604 (Osservatorio di UPA)

Noi non abbiamo partiti, enti o privati  che ci finanziano e le tante spese che occorrono per andare avanti  e per retribuire chi ci presta servizi sono sostenute da noi che siamo impegnati sul campo. Dai un contributo  alla nostra attività  attraverso

Bonifico: T39G0200839540000104946195 (comitato per lavinio)

Paypal:   unitiperlambinente1@gmail.com[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row]